Alì Hassoun (1964, Lebanese)


Farid

Maternità

Contaminazioni

Mustafa

Visio Smeragdina

senza titolo

Omaggio a Picasso

title unknown

Quelli che restano

Safinat al-najat

title unknown

Attento fratello Diabolik

(Alì Hassoun official site)

3 risposte a “Alì Hassoun (1964, Lebanese)

  1. Sono particolarmente contento di vedere le opere di questo giovane pittore nel tuo sito, caro Marco. Come tu sai sono rimasto colpito dalla mano felice di Hassoun, dai suoi colori e dalla sintesi espressiva, islamica e cristiana, moderna ed al tempo stesso antica, che si legge in moltissime altre sue opere.
    Quando raffigura l’unione di preghiera fra tutti i personaggi religiosi intenti ad adorare l’Unico Vero Dio, raggiunge i massimi livelli di espressione della comunione di sentimenti e di carità
    Sempre avanti, Marco. Un salutone.
    Francesco Amato

    "Mi piace"

    • Grazie a te per avermelo segnalato. Oltre all’uso molto accattivante dei colori, trovo assai interessante questa commistione tra il mondo occidentale e una tradizione islamica che, comunque, si percepisce in evoluzione. Penso che anche l’arte, in casi come questi, possa contribuire a creare una maggiore comprensione tra popoli e culture diverse. Un saluto cordiale.
      Marco

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...